Rossini: l’Armonia dei Sensi

armonia copertina fronteUn viaggio che ricostruisce alcuni aspetti fondamentali del vissuto rossiniano, dalla sua infanzia pesarese alle composizioni tratte dalla raccolta “Pèchès de Vieiellesse“, (peccati di vecchiaia) con le ricette dell’infanzia e quelle musicate del periodo senile.

Per ordinare il volume online e riceverlo all’indirizzo che preferisci, senza spese di spedizione o costi aggiuntivi, vai sul pulsante ‘acquista ora’ ed esegui la procedura di acquisto. Un volume al costo di €18.00 con spese di spedizione comprese (valido per l’Italia). Estero €18,00 + spese di spedizione.

Per organizzare una serata rossiniana a tema  in un contesto celebrativo, a casa tua o nel ristorante che preferisci, non esitare a contattarci.

 

Il concetto di Arte figurativa in Cucina

cubismo 5Juan+Gris+-+The+Bunch+of+Grapes+(1924)+

Il tema del cibo, elemento essenziale alla sopravvivenza,  suscita emozioni attraverso la stimolazione sensoriale. Alcuni chef oggi, tendono a privilegiare l’approccio visivo a quello olfattivo, tralasciando spesso il tema sensoriale ancestrale e mettendo quasi in secondo piano anche quello palatale rispetto all’immagine proposta. Ma quanto conta l’approccio visivo al piatto rispetto al ‘succo’ del piatto stesso? E può una immagine sostituire del tutto la funzione ancestrale del nutrimento e degli apparati sensoriali e motori ad essa collegati?

Secondo me NO!

Ciò che ha determinato nei millenni la supremazia evolutiva della specie umana rispetto al resto del mondo animale rischia di dileguarsi nella ricerca di una estetica spesso fine a se stessa, facendoci dimenticare la forma e la sostanza del cibo. Basti pensare all’imperversare dei frullati. Le prossime generazioni faranno fatica a riconoscere una fava da un pisello: tutti e due oggi sono rappresentati da una crema verde che non delinea  più la forma del legume in oggetto.Così anche sminuisce la sensazione ‘odorosa’ del frutto e quella tattile sparisce definitivamente…..Per non parlare del tema legato alla masticazione, ormai relegata a ricordo lontano visto l’imperversare di frullatini e pappine che alle nuove generazioni vengono propinate. Si può immaginare un equilibrio tra etica ed estetica?

Secondo me SI!