Il piatto “del dì di festa”: I maccheroni alla Rossini

Un piatto pregno di storia, divenuto famoso alla metà del 1800 grazie al musicista pesarese Gioachino Rossini (1792-1868). In esso vi è rappresentata la quintessenza della sapidità : l’Umami.

Il piatto nasce sulla  base del timballo Maccheroni Napoletani (‘Ziti Gruossi’ o Candele), poi spezzati, farciti di prelibatezze all’interno e  sovrastati dall’immancabile tartufo.

Retaggio del lungo soggiorno napoletano del Maestro i Maccheroni Storici, quelli che venivano venduti anche per strada dal “banditor di maccheroni” spesso vengono sostituiti, per comodità o per inedia, dai Cannelloni (nati solo nel 1924 ad Amalfi) o da altri formati di pasta, sviluppatisi in epoca moderna e quindi filologicamente ed assolutamente non attinenti, oltre che travisanti il principio fondante della ricetta (insito proprio nel formato della pasta che ne determina la nomenclatura) e deturpanti l’equilibrio degli ingredienti.

maccheroni tipo candele.jpg

L’unica pietanza (nella cucina italiana di pasta ) che si avvicina al vertice dello stimolo sensoriale prodotto da questo capolavoro è il ‘Timballo del Gattopardo’, ampiamente descritto nel romanzo omonimo di G. Tomasi di Lampedusa – anche se in quest’ultimo prevalgono motivi propri del basso Mediterraneo, mentre Rossini inserisce tematiche gastronomiche proprie della cucina del centro Italia.

La ricetta dei Maccheroni alla Rossini la trovi, insieme ad altre ricette rossiniane musicate, nel mio libro Rossini: l’Armonia dei Sensi. È un piatto “del dì di festa” , propiziatorio di convivialità e godimento, da abbinare ad un vino rossiniano da meditazione.

Il Paradiso degli amanti della Pasta.

© rafdefeo 2018

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...